Sono quelle che sfuggono dagli occhi la sera le lacrime scomposte, a volte incontrollate, a volte fuori luogo. E che poi si asciugano e si nascondono dietro ad un sorriso.


I sorrisi a primavera, l'odore dei libri nuovi, le frasi da sottolinearvi, le sigarette di notte, l'amore inaspettato, il sole dopo la tempesta.

Giada, 20, Lombardia.
temporaledalnord asked: Che bella l'ultima cosa che hai scritto :) nell'ultima parte mi hai davvero toccata dritto al cuore. E scusami se sono invadente, lo capisco se non vorrai rispondere, ma il tuo ragazzo sa di quel che ti ha fatto? Da quanto ho capito mi è parso di no

Non scusarti! c:
Comunque no non lo sa, sa solo del commentino della “drogata” che gli ho buttato là un giorno, ma ha ignorato la cosa diciamo. Non mi va di parlargliene, non avrebbe più senso ormai rivangare il passato per me e non lo farò.

Anonimo asked: Mi dici il significato dello stato che dice che è brutto avere un moroso amico di colui che ti ha rovinato l'infanzia?

Lui ha molti amici qui, mentre io ormai ho tagliato fuori qualsiasi persona di questo posto. Fatto sta che ero una bambina molto timida e questo tizio ha fatto di tutto per rovinarmi quel periodo. Diceva che ero brutta, che ero lesbica solo perché avevo un’amica del cuore a cui tenevo tanto, si inventava storie su me e quest’altra bambina (tempo delle elementari ti dico), mi minacciava, una volta arrivo a minacciarmi con il cavalletto della sua bici perché lui sosteneva che ero stata io a romperlo via. Qualche anno fa eravamo sullo stesso vagone del treno e lui era lì con due ragazze che conosco a dire che sono una drogata, fantastico, come no.
Io non ero quello che diceva e non ho mai fatto nulla di quello per cui mi accusava. E non era per niente in tono scherzoso, te lo assicuro. Ovviamente lui diceva in giro queste cose e gli altri ci credevano, mi sembra ovvio. Non riuscivo a ribellarmi e i giudizi degli altri mi uccidevano.
Ora ho imparato ad ignorare queste persone, per me non esistono più. Anche se sono cambiate, io non ce la faccio a sopportare di averle accanto nemmeno alla stazione ad aspettare il treno che arriva.

E adesso scopro che il mio ragazzo va in giro a divertirsi con questo tizio. Vanno a bere, fanno giri in barca, eccetera. E non so spiegare perché ma mi fa male e mi uccide lentamente sapere queste cose.
Sarà che ho provato a cacciare via quei brutti ricordi, ma riaffiorano sempre.
È vero che tutto passa, come che tutto torna prima o poi a colpirti nei modi più svariati.
E mi irrita l’idea che il mio ragazzo se ne stia in giro con questo, perché io non lo perdonerò mai per quello che mi ha fatto. Se li penso insieme incominciano ad assillarmi i dubbi su quello che potrebbe raccontare, sulle balle che può inventare di quella piccola Giada che mi sono lasciata alle spalle.
So che probabilmente non lo farà ma i commentini si sa che ci sono sempre e io non riesco a sopportarli.

Però so anche che il mio ragazzo mi ama per quella che sono, qualsiasi cazzata vadano a dirgli, è questo è l’importante perché il suo amore è tutto ciò che mi fa stare adesso.
L’amore salva anche per questo. Chiude gli occhi su vecchie ferite e le aiuta a rimarginarsi. Ti fa vedere il bello nelle piccole cose, anche nei difetti.
L’amore è essenziale per stare bene sempre.

"È tra le tue braccia che ho trovato casa. È nei tuoi sorrisi che mi piace perdermi. Sono i tuoi occhi il luogo dove tutto si confonde e io e te diventiamo infiniti.”
©